Musica Elettronica, Sintesi del Suono


- Sintesi del suono
- Protocollo MIDI
- Software registrazione multitraccia e di editing (professionali e free)
- Aprroccio alla multimedialità (musicale/video/3d)
- Approccio a live set e interazione tra elettronica e strumenti acustici

Dettagli del Corso

Il corso sviluppa le competenze teoriche/pratiche necessarie per una piena conoscenza del sistema informatico-musicale con software commerciali e sopratutto free. Le lezioni portano l’allievo a conoscere le principali nozioni sulla sintesi del suono e sulla composizione musicale tramite computer per creare i propri suoni e le proprie composizioni;

Il corso prevede l’apprendistato di software musicali professionali free o commerciali, rinomati come  Audacity, Fruit Loops, Linux Multimedia Music Studio, Renoise e software per la produzione video/3d come Blender;

Si svilupperanno anche approcci alla multimedialità attraverso  l’ausilio di diversi tipi di controllers  midi; da quelli usb a quelli a sensori ( tipo Arduino). Vengono inoltre spiegati tutti gli strumenti virtuali (VST) e i Plug-in audio necessari per la registrazione su computer e per l’elaborazione del suono. Nozioni di fonia e mixaggio completano la formazione;

La finalità del corso è quindi quella di formare il musicista/artista ad un più alto livello tecnologico e portarlo ad una maggiore espressività creativa mediata da una conoscenza tecnologica più approfondita e dall’uso di software allo stato dell’arte.

Alcuni argomenti del corso

Note introduttive sull’uso del computer (brevi cenni sul sistema operativo Linux)
Cosa serve per fare musica con un computer (computer, schede audio, master keyboard, interfacce midi)
Teoria e Tecniche di Sintesi del Suono (Alsa Modular Synth, Supercollider, Clavia g2 Nord Demo, Pure Data)
Note introduttive sul protocollo Midi
Come si registra l’audio digitale
Editing di forma d’onda attraverso software di wave editor (Audacity)
Cosa sono i plug-in e come si utilizzano
Analisi strutturale di un brano musicale MIDI


Indice del Corso di Sintesi del Suono

01 Intro

Premessa. La struttura didattica. L’ambiente di lavoro. Riferimenti.

Parte I – Sound Sources

02 Oscillatori. Frequenza. Gate Modulation sulla frequenza.

03 Forme d’onda. Sinusoide. Triangolare. Dente di Sega. Quadra. Impulsiva ed Impulsiva Variabile.

04 Pulse Width Modulation. Dual Saw. Shapable Waves.

05 Modulazione di Frequenza. Modulazione di Frequenza Esponenziale in banda sub audio.Modulazione di Frequenza Esponenziale in banda audio. Intonazione percepita nella FMesponenziale. Modulazione di Frequenza Lineare in banda sub audio. Modulazione di Frequenza Lineare in banda audio. Intonazione percepita nella FM lineare. Inquadramento storico. Rapporto di frequenza costante Cf : Mf. Cosa succede quando c’è un’inversione di fase? Spettri armonici e spettri inarmonici. In pratica.

06 Hard Sync. Soft Sync. Implementazioni analogiche. Da un punto di vista tecnico. Phase Modulation.

07 Modellazione fisica delle corde pizzicate. Timbriche percussive.

08 Noise Generator. Rumore bianco, rumore rosa, rumore rosso, rumore a bassa frequenza. Dal punto di vista tecnico. Rumore come sorgente di modulazione.

Parte II – Sound Modifiers

09 Filtri. Filtri: concetti di base. Inversione di fase. Filtri Statici e Filtri dinamici. Mode. Low Pass Filter. High Pass Filter. Band Pass Filter. Band Reject Filter.

10 Cutoff. Resonance.

11 Slope. Rapporto dNB/Oct, poli ed ordini. Variazioni nella pendenza. Una conseguenza nella distribuzione dei poli. Envelope Amount. Interazione tra cutoff ed envelope amount. Kybd Track. Diverse inclinazioni.

12 Filtraggio passa banda selettivo. FM Lineare sulla Cutoff Frequency. Modo variabile nel filtro Wah. Un filtro vocale.

13 Il Vocoder come banco di filtri. Funzionamento. Nel dettaglio. Analysis. Synthesis.
Ricostruzione del segnale. Equalizzatore parametrico. Equalizzatore grafico.

14 I filtri All Pass ed il Phaser. Dal filtro All Pass al Phaser. Network di All Pass: strutture
peak/notch. Filtro a pettine.

15 Cenni sulla teoria dei filtri digitali. Caratteristiche principali dei filtri digitali. Convenzioni e standards. Il filtro Low Pass digitale. Il filtro High Pass digitale. Altri filtri digitali. Sostituzione dei coefficienti di filtraggio. Filtri FIR Finite Impulse Response. Filtri IIR Infinite Impulse Response ETA. Filtro IIR ETA High Pass. Filtro IIR del secondo ordine con comportamento Band Pass. Pregi e difetti dei filtri FIR e IIR. Filtri Comb. Filtro Comb FIR Positive Summing. Filtro Comb FIR Negative Summing. Filtro Comb IIR. Filtro All Pass nel dominio digitale.

16 Mixer. Panpot. Crossfader.

17 Amplificatore. Comportamento lineare ed esponenziale. Input Gain. Amplitude Control. Peculiarità nelle tecniche di modulazione. Modulazione: differenza tra somma e moltiplicazione delle sorgenti. Somma di modulazioni. Moltiplicazione di modulazioni.

18 Ring Modulation. Amplitude Modulation. Amplitude Modulation in banda sub audio. Amplitude Modulation in banda audio. Identità di frequenza tra Carrier e Modulator.

19 Distorsione non lineare. Waveshaping. I trattamenti più comuni. Clip. Overdrive. Saturate. Shaper Exponential. Wave Wrapper. Rectifier.

20 Chorus, Phaser e Flanger. Raddoppi di segnale, sovrapposizioni e sfasamenti. Stereo Chorus. Phaser. Flanger. Bit Reduction. Sampling Rate Reduction.

21 Variazioni di intonazione con Pitch Shifter e Frequency Shifter. Pitch Shifter. Funzionamento del Frequency Shifter. Differenze tra FS e PS.

22 Linee di ritardo. Cosa è una linea di ritardo. Linee di ritardo statiche e modulabili. Linee di
ritardo ricircolanti. Linee di ritardo multitap. Delay Stereo.

Parte III – Control Sources

23 Keyboard. CV, Gate, Trigger. La tastiera. Controllo di voltaggio CV. Gate. Trigger. Mono note priority Low, Last e High. Tap Tempo.

24. LFO. Oscillatore a bassa frequenza. Parametri e funzioni. Frequency. Wave. Shape Modulation. Output Type e Offset. Mono Mode/Poly Mode. Reset. Phase.

25 Random Generator.

26 Generatore di Inviluppo. Il generatore di inviluppo digitale nel 1962. Evoluzione dell’inviluppo analogico. Successive evoluzioni dell’inviluppo. Gate Envelope. Envelope D. Envelope AD. Envelope AR, Envelope AHR. Envelope ADSR. Envelope DADSR. Envelope ADR. Envelope ADDSR. Envelope ADSRR. Envelope Multi.

27 Generatore di Inviluppo: parametri significativi. Struttura. Curve Selezionabili. Differenza tra Tempo e Livello. Subordinazione a Gate o a Trigger. Modo Normal o Reset. Unipolarità, Bipolarità ed Inversione. Mode One Shot o Ciclico. Loop Globale o Selettivo.

28 Interruttori. Comandare più interruttori contemporaneamente. Multiplexer. Switch subordinati a condizioni esterne. Level. Generazione di valori costanti.

29 Step Sequencer. Step e Row. Controllo sull’articolazione. Controllo sul contenuto dei singoli step. La sincronizzazione elementare.

30 Il Sequencer come generatore di forme d’onda. Rapporto Step/Forme d’onda. Rapporto Step/Frequenza. Sequenze multiple in parallelo. Sequenze multiple in serie.

Parte IV – Control Modifiers

31 Control Modifiers. Quantizzazione. Tipi di quantizzazione. Glide e Portamento.

32 Interruttori controllati. Controllo dello switch in base ad un valore esterno. Windowing Switch.

33 Sample & Hold. Teoria. Track & Hold.

34 Level Adder e Level Multiplier. Offset sulle modulazioni. Moltiplicazione delle modulazioni. Operatori Logici. Clock Divider.

35 Riferimenti Bibliografici.